Feste di Natale: attenti a mangiare troppo!

colazione-natale

Il Natale è alle porte e durante le festività la nostra alimentazione viene “scombussolata” dall’introduzione di cibi calorici. Le Feste di Natale, si sa, offrono pietanze gustose: il cenone è un momento di gioia a tavola ma prolungare le festività con pranzi succulenti per l’intera settimana, rischia di appesantire l’organismo, che non riesce a smaltire l’enorme quantità di grassi e zuccheri.

Feste di Natale e regime alimentare.

Tortellini, baccalà, cappone, panettoni, dolci natalizi fanno gola a tutti ed è difficile resistere alla tentazione. Non è possibile rinunciare alle leccornie natalizie durante il cenone ed il pranzo di Natale. Occorre però stare attenti a mangiare troppo! Il trucco sta nell’apprezzare la buona cucina con parsimonia, riducendo magari le dosi di ciascun piatto, per limitare al minimo i danni in questi giorni chiave. Infatti più che le quantità, a donare un senso di appagamento spesso incide il gusto della pietanza: un piatto gustoso appagherà sia il senso di sazietà che il piacere. Via libera alle pietanze che rappresentano la tradizione natalizia, che debbono essere assaporate con gioia ed allegria, unendosi agli affetti più cari, introducendo magari al posto della carne, il pesce, che risulta un alimento più leggero. Delegando così solo al 24 e 25 dicembre, 30 e 31 dicembre i menù più variegati e sostanziosi, nei giorni che seguono le festività principali, è bene iniziare a depurare l’organismo, smaltendo tutto ciò che si è gustato di recente. Via libera alla frutta, verdura, ai cereali integrali ed al pesce, che hanno lo scopo di realizzare una dieta equilibrata, introducendo i giusti nutrienti essenziali per smaltire i grassi saturi e idrogenati, gli zuccheri raffinati.

Consigli pratici per le Feste di Natale a tavola.

Tenendo conto che è opportuno distribuire i pasti in modo equilibrato durante l’arco della giornata, è da tener presente che la mattina il metabolismo è più accelerato e in grado di smaltire meglio e più velocemente le calorie. Visto che poi il metabolismo, con il trascorrere delle ore, rallenta fino a sera, è consigliabile, seguendo una logica metabolica, effettuare una colazione abbondante e salutare. Risulta sbagliato anche saltare i pasti prima del cenone natalizio, in quanto il metabolismo, in assenza del cibo, rallenta. La carenza di cibo che risulta il carburante per il nostro corpo, provocherà un senso di fame, rischiando di esortare a “rimpinzarsi” durante le festività, creando così danni alla silhouette. Quindi approfittare della mattina, effettuando magari anche una colazione giusta per dimagrire, ridurrà la sensazione di fame e l’assunzione successiva di cibo. Semaforo verde per cereali, biscotti e fette biscottate integrali, yogurt bianco magro, frutta fresca, thè verde, che aiuta a dimagrire accelerando il metabolismo. Con una colazione genuina e salutare, un pranzo moderato, si arriverà al cenone di Natale, godendosi la serata a tavola. Per eliminare i sensi di colpa, allegerire l’organismo e superare gli eccessi, dopo le festività natalizie è importante effettuare movimento, esercizio fisico che sono alla base della salute del nostro corpo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *